FANDOM


Jella è una donna batarian che lavora nel personale del reparto contabilità della Dah'tan Manufacturing su Camala. Pur lavorando duramente è sottopagata, è una dipendente scontenta che aiuta regolarmente degli estranei a rubare alla compagnia alterando degli ordini d'acquisto, manipolando i registri dei fornitori e facendo in modo che le scorte non venissero chiuse. Viene pagata bene in cambio, ma preferisce non sapere molto di chi c'è dietro i furti.


Quando Edan Had'dah chiede anonimamente che spenga il sistema di sicurezza di uno degli ingressi della struttura, lei accetta: anche se sospettosa circa la natura della richiesta, trova troppo allettante l'offerta per lasciarsela sfuggire, di conseguenza da a Skarr e a diversi mercenari dei Sole Blu la possibilità di entrare nella struttura senza essere rilevati. Essendo l'unico contatto di Had'dah all'interno e quindi l'unica persona che lo possa collegare alla società, Skarr viene incaricato personalmente di assicurarsi che venga eliminata.

Qualche istante prima che l'attacco alla struttura abbia inizio, Jella si sente male e ha bisogno di lasciare il suo posto in ufficio. Una volta cominciato l'assalto, riesce a nascondersi nel condotto di ventilazione del bagno mentre i suoi ormai ex colleghi vengono uccisi, compresa la sua collaboratrice, She'n'ya, che Skarr identifica erroneamente come Jella e la uccide credendo di aver compiuto il suo obiettivo. Mentre si nasconde nel condotto di ventilazione, Jella sente un paio di mercenari parlare di Had'dah – un nome che riconosce immediatamente – e viene a sapere del suo coinvolgimento nell'attacco. L'edificio viene quindi distrutto con gli esplosivi, ma Jella riesce a fuggire in tempo e a sopravvivere miracolosamente, anche se rimane orribilmente ustionata e fisicamente inabile. Le squadre di soccorso batarian la trovano più tardi e la portano in ospedale.

Saren Arterius, sulle tracce di Had'dah, visita la zona dell'edificio distrutto e più tardi va a trovare Jella mentre è sottoposta ai trattamenti. Anche se è in coma farmacologico indotto, Saren manda via lo staff medico e sveglia Jella per interrogarla. Le ferite di Jella la portano in fin di vita, ma riesce a dargli il nome di Edan Had'dah. Saren si trattiene dall'effettuare l'iniezione che l'avrebbe riportata in coma dandole la possibilità di sopravvivere, invece aspetta finché Jella non mostra più alcun segno di vita, e solo allora le inietta il farmaco per coprire le proprie tracce.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale