FANDOM


Per informazioni sul lancio di assalti trans-portale, guarda Codex/Navi e veicoli.
Mass Relay Loading Screen

I portali galattici sono dispositivi di trasporto di massa sparsi in tutta la galassia, si trovano di solito all'interno di sistemi stellari. Essi formano una rete enorme che permette i viaggi interstellari. Considerato come uno dei più grandi successi degli estinti Prothean, un portale galattico può trasportare istantaneamente una nave spaziale ad un altro portale all'interno della rete, consentendo viaggi che altrimenti richiederebbero anni o addirittura secoli con soli motori iperluce.

Panoramica Modifica

Specificazioni Modifica

I portali galattici sono costituiti da due braccia metalliche curvate lunghe quindici chilometri che circondano una serie di anelli giroscopici rotanti di cinque chilometri di diametro. Questi anelli contengono una massiccia base blu-incandescente di elemento zero. I portali sono fatti di un materiale sconosciuto ma incredibilmente resistente, lo stesso materiale con cui è stata costruita la Cittadella, e sono protetti da uno scudo quantico che li rende quasi impenetrabili ai danni bloccando la loro struttura a livello subatomico. Essi sono anche in grado di sopravvivere alla scia di una supernova senza subire danni. Sono oggetti "freddi" che non emettono calore o radiazioni, a differenza delle navi spaziali, il che li rende difficili da trovare se cambiano la loro posizione. Alcuni portali, come il portale di Caronte, sono "gravitazionalmente ancorati" ai pianeti, altri sembrano essere fuori nello spazio e sono attentamente monitorati.

Mass Relays Codex Image

I portali galattici funzionano creando un "corridoio" virtualmente privo di massa nello spazio-tempo tra uno e l'altro. Questo può far spostare una nave spaziale attraverso distanze enormi che richiederebbero secoli per poter essere attraversate, anche a velocità iperluce. Prima che una nave possa viaggiare, al portale deve essere fornita la quantità di massa in transito dal pilota della nave prima di spostarsi nel corridoio. Quando si attiva un portale, esso si allinea con il portale corrispondente prima di lanciare la nave attraverso lo spazio.

Ci sono due tipi di portali galattici, quelli primari e quelli secondari. I portali primari possono spostare una nave di migliaia di anni luce ma si collegano solo ad un altro portale, il suo "partner". I portali secondari possono essere collegati a qualsiasi altro portale su distanze più brevi, a poche centinaia di anni luce. Dopo la Guerra dei Rachni, le specie spaziali non apriranno un portale primario senza sapere a quale sia collegato, nel caso in cui si imbattano in un'altra specie potente e ostile come i Rachni. Ciò ha causato una spaccatura quando i Turian hanno trovato pionieri umani; ignari di questo divieto del Consiglio della Cittadella, cercarono di aprire qualsiasi portale galattico che riuscivano a trovare mentre esploravano la rete dei portali, portando infine alla Guerra del Primo Contatto.

Molti portali galattici sono attualmente dormienti per ragioni sconosciute, anche se possono essere facilmente riattivati. Il database Prothean trovato su Marte ha portato gli umani a un portale galattico ricoperto di ghiaccio e in orbita attorno a Plutone, di cui in precedenza si credeva che fosse una luna chiamata Caronte, dalla quale infine prenderà il nome il Portale di Caronte.

Una parte delle opere d'arte dei Prothean che raffigura un portale galattico, il Monumento ai Portali, può essere trovato nel Presidium della Cittadella. É stato interpretato sia come un simbolo della vanità Prothean, definendo i portali come loro mezzo per costruire un impero galattico, o possibilmente come simbolo dell'unità galattica, che include anche la rete dei portali. Tali'Zorah nar Rayya sostiene che dopo il loro lungo viaggio attraverso la galassia, i Quarian hanno imparato ad apprezzare il valore estetico dei portali galattici.

Una matriarca Asari una volta ha suggerito che le Asari dovrebbero costruire nuovi portali galattici per conto loro, ma non si sa se la moderna civiltà galattica in realtà abbia la capacità di farlo.


Origini Modifica

NormandyExitsRelay

I portali galattici, nonostante la credenza comune, sono stati creati non dai Prothean, bensì dai Razziatori. Come affermato dalla Sovereign, i Prothean erano solo una delle tante razze aliene che hanno trovato i portali e la Cittadella e li hanno sfruttati. Quando i Razziatori spazzarono via i Prothean, le Asari furono la razza successiva a trovare i portali migliaia di anni dopo. Secondo la Sovereign, tramite i portali, le civiltà galattiche si evolvono lungo i binari stabiliti dai Razziatori. Inoltre, i portali servono per accelerare il tasso al quale queste civiltà progrediscono, accorciando il tempo tra le mietiture dei Razziatori.

Tuttavia, i Prothean hanno avuto un forte interesse per i portali, e sono riusciti a rompere il segreto dietro il loro funzionamento. Ciò ha permesso loro di costruire il Condotto prima che fossero distrutti dai Razziatori.

Il Comandante Shepard scopre anche che la Cittadella stessa è un enorme portale galattico inattivo che porta allo spazio oscuro, oltre ad essere il centro di controllo di tutti i portali, permettendo ai Razziatori di troncare i viaggi tra gli ammassi. La sua riattivazione è, opportunamente, più complessa rispetto a quella di un portale galattico comune, che richiede uno sforzo coordinato da parte dei custodi o l'intervento manuale da parte di un Razziatore.


Portale Alfa Modifica

I portali galattici sono ritenuti indistruttibili dalla società galattica, ma non sono noti dei tentativi atti a danneggiare o distruggere realmente un portale, perché sono l'unico mezzo per i viaggi a lunga distanza nello spazio e di conseguenza di vitale importanza per rischiarli. Prima degli eventi dell'Avvento, tuttavia, la Dottoressa Amanda Kenson e il suo team di ricerca hanno calcolato che se una massa abbastanza grande urta un portale con forza sufficiente, il portale non sarà in grado di resistere. Le conseguenze della distruzione di un portale galattico sono immense: come un enorme motore a campi di forza manipola enormi quantità di energia, un portale potrebbe produrre un'esplosione delle proporzioni di una supernova. Questo si dimostra vero quando durante l'avvento, un grande asteroide è volutamente guidato al Portale Alfa del sistema Bahak. Il risultante impatto distrugge il portale, causando un'esplosione che distrugge il sistema Bahak e uccide i suoi oltre 300.000 abitanti.


Il Crucibolo Modifica

Mass relay montage
Durante la battaglia per riconquistare la Terra dai Razziatori, la super-arma nota come il Crucibolo viene attivata. Quando il Comandante Shepard interagisce con il Catalizzatore, l'intelligenza artificiale che controlla i Razziatori, al Comandante vengono date le possibilità di distruggere i Razziatori, controllarli, unire insieme la vita organica e quella sintetica oppure rifiutare di prendere una decisione.

In qualunque caso tranne l'ultimo, la reazione energetica necessaria per il raggiungimento di tali opzioni è trasmessa attraverso la rete dei portali galattici dalla Cittadella. I nuclei ad elemento zero dei portali vengono sovraccaricati dall'enorme quantità di energia coinvolta. Ogni punto nello spazio per centinaia di anni luce è colpito dall'energia del Crucibolo, cambiando di fatto l'intera galassia.

I portali vengono ricostruiti dai superstiti con qualunque decisione presa, tranne quella del rifiuto. Se è stata scelta l'opzione del controllo, i Razziatori si assumono la responsabilità di ricostruirli.

Se Shepard non ha radunato abbastanza forze della galassia per la battaglia finale, i portali subiscono danni più gravi. Esplodono dopo aver trasmesso l'energia del Crucibolo, e la successiva ricostruzione si dimostra più difficile per i sopravvissuti.

Portali galattici conosciuti Modifica

Se JavaScript è abilitato, le colonne possono essere ordinate cliccando sulle piccole icone nelle intestazioni di colonna.

Nome del Portale Ubicazione (Ammasso, Sistema) Punti di interesse locali Note
Cittadella Nebulosa del Serpente, Vedova Una grande stazione spaziale che serve come sede del Consiglio della Cittadella. All'insaputa dei suoi occupanti, è anche un enorme portale galattico che la collega direttamente ai Razziatori nascosti nello spazio oscuro.
Condotto Ammasso Locale, Sole Un portale galattico locale costruito nella città di Londra durante l'occupazione della Terra da parte dei Razziatori nel 2186 per facilitare il trasporto delle vittime alla Cittadella, che in quel momento era stata spostata nell'orbita del pianeta.
Condotto Espansione Pangea, Refuge Un prototipo di portale costruito dai Prothean su Ilos. Si collega al Monumento ai Portali sulla Cittadella, ma il viaggio avviene solo in una direzione.
Monumento ai Portali Nebulosa del Serpente, Vedova Situato sulla Cittadella. Erroneamente ritenuto un'opera d'arte, in realtà è un prototipo di portale in miniatura costruito dai Prothean. Serve come capolinea di destinazione del Condotto su Ilos, ma non è possibile effettuare un viaggio di ritorno.
Portale 314 Sconosciuto, Sconosciuto L'attivazione non autorizzata da parte dell'umanità nel 2157 CE ha portato ad una rappresaglia dei Turian, scatenando la Guerra del Primo Contatto.
Portale Alfa Nebulosa Viper, Bahak Aratoht Il più antico portale galattico conosciuto della galassia. Presenta caratteristiche uniche che permettono di ampliare la propria portata e connettersi con numerosi altri portali su lunghe distanze. Distrutto, insieme al sistema Bahak, dall'Alleanza dei Sistemi nel 2185, nel tentativo di ritardare l'invasione dei Razziatori.
Portale della Vedova Nebulosa del Serpente, Vedova Bekenstein, Cittadella Uno dei molti portali galattici in prossimità della Cittadella.
Portale di Arcturus Prime Sconosciuto Può riferirsi sia al Portale di Caronte nell'Ammasso Locale o al portale nella Corrente di Arcturus che si collega all'Ammasso Exodus.
Portale di Caronte Ammasso Locale, Sole Terra Ricoperto nel nel ghiaccio fino a quando non è stato scoperto e riattivato dall'umanità nel 2149 CE.
Portale di Omega 2 Nebulosa Omega, Sahrabarik Lorek, Omega, Thunawanuro Uno dei diversi portali galattici nel sistema Sahrabarik.
Portale di Omega 4 Nebulosa Omega, Sahrabarik Uno dei diversi portali galattici nel sistema Sahrabarik. Un misterioso portale apparentemente percorribile solo dai Collettori; nessuna nave non appartenente ai Collettori è mai tornata dopo averlo usato. Conduce al Campo di detriti del Tartarus e alla Base dei Collettori.
Portale Harsa Nido di Kite, Harsa Adek, Camala, Erszbat, Khar'shan
Portale Kappa Iota Sconosciuto, Sconosciuto Un portale mappato ma raramente utilizzato anticipando la Guerra dei Rachni. Precedentemente abbandonato a causa delle radiazioni altamente letali di Turix, la stella di neutroni sull'altro lato. La controversa sonda TR-15 Letus è stata schierata attraverso questo portale.
Portale Lowas Sconosciuto, Sconosciuto Due ricercatori sono stati arrestati per esservi atterrati e per il tentativo di manomettere il Portale Lowas senza autorizzazione, nel marzo del 2186.
Portale Mactare Sconosciuto, Mactare Taetrus Connesso con il sistema Trebia.
Portale Mu Hawking Eta, Sconosciuto Spostato da una supernova 4000 anni fa e avvolto in una nube di gas caldo e polvere, rendendolo impossibile da individuare e apparentemente perso per sempre. Il Portale Mu collega a diversi altri portali ed è l'unico portale che collega al remoto ammasso Espansione Pangea.
Portale Pelion Ammasso Nimbus, Pelion Lesuss
Portale Rachni Ammasso Ninmah, Maskim Xul Suen
Portale Seinhand Sconosciuto, Sconosciuto Viene detto che questo portale sta subendo una diminuzione del 43% del traffico in un rapporto sul traffico dei portali intercettato dall'Ombra.
Portale Shanxi-Theta Sconosciuto, Sconosciuto Shanxi Un portale chiave nella Guerra del Primo Contatto.
Portale Sol Sconosciuto, Sconosciuto Potrebbe riferirsi sia al Portale di Caronte nell'Ammasso Locale o al portale nella Corrente di Arcturus che è collegato al Portale di Caronte.
Portale Tasale Nebulosa Crescent, Tasale Illium
Sconosciuto Ammasso Aethon, Aru Irune, Oma Ker
Sconosciuto Bacino di Annos, Pranas Sur'Kesh
Sconosciuto Cresta di Apien, Trebia Digeris, Palaven
Sconosciuto Corrente di Arcturus, Arcturus Stazione Arcturus, Benning Uno dei molti portali galattici in prossimità di Arcturus.
Sconosciuto Argos Rho, Hydra Intai'sei, Stazione Pinnacle
Sconosciuto Nebulosa Armstrong, Sconosciuto
Sconosciuto Artemis Tau, Sconosciuto Therum
Sconosciuto Nebulosa Athena, Parnitha Lusia, Niacal, Thessia
Sconosciuto Attican Beta, Hercules Feros
Sconosciuto Squarcio di Caleston, Balor Arvuna, Caleston
Sconosciuto Nebulosa Eagle, Imir Anhur, Korlus, Stazione Jarrahe, Wrill
Sconosciuto Ammasso Exodus, Utopia Eden Prime, Terra Nova
Sconosciuto Margine Esterno, Dholen Haestrom
Sconosciuto Gemini Sigma, Han
Sconosciuto Hades Gamma, Antaeus
Sconosciuto Nesso dell'Ade, Hekate Trident
Sconosciuto Hawking Eta, Chandrasekhar La descrizione di Corang cita un portale nel sistema Century di Hawking Eta, ma non viene mostrato alcun portale sulla Mappa Galattica.
Sconosciuto Nebulosa Testa di Cavallo, Pax Noveria
Sconosciuto Nebulosa Hourglass, Osun
Sconosciuto Frontiera di Ismar, Aquila Zorya
Sconosciuto Confine di Keplero, Newton Ontarom
Sconosciuto Zona Demilitarizzata Krogan, Aralakh Tuchanka
Sconosciuto Mare Marrone, Sconosciuto
Sconosciuto Distesa di Minos, Fortis Gellix, Invictus
Sconosciuto Distesa di Nubian, Dakka Yamm
Sconosciuto Espansione Pangea, Refuge Ilos Connesso al Portale Mu.
Sconosciuto Velo di Perseo, Tikkun Rannoch
Sconosciuto Nebulosa Petra, Vetus Elysium, Accademia Grissom
Sconosciuto Nebulosa Pylos, Nariph
Sconosciuto Nebulosa Rosetta, Enoch Aeia 2175 Un tempo sulla lista dei portali proibiti che conduce allo spazio inesplorato.
Sconosciuto Sentry Omega, Hoc Virmire
Sconosciuto Mare delle Ombre, Iera Horizon
Sconosciuto Culla di Sigurd, Skepsis Despoina, Sanctum, Watson
Sconosciuto Nebulosa di Silean, Kypladon Cyone, Dekuuna, Nevos
Sconosciuto Styx Theta, Sconosciuto
Sconosciuto Ammasso di Phoenix, Tassrah Aite, Ekuna, Stazione Eretici
Sconosciuto Abisso di Shrike, Xe Cha Heshtok, Talis Fia
Sconosciuto Nebulosa Titan, Haskins
Sconosciuto Soglia del Valhalla, Raheel-Leyya Garvug
Sconosciuto Ammasso Voyager, Sconosciuto
Sconosciuto Sconosciuto, Turix Un portale situato a circa 18.000 anni luce dalla Terra, in orbita intorno alla stella di neutroni Turix. Si collega al portale Kappa Iota. È la destinazione della sonda TR-15 Letus.
Sconosciuto Sconosciuto, Sconosciuto Campo di detriti del Tartarus, Base dei Collettori Si collega al Portale di Omega 4.

Vedi anche Modifica

Curiosità Modifica

  • I portali galattici si sono evoluti da un design più monolitico alla loro forma forma finale "biforcata" (come descritto in The Art of Mass Effect).

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.